I 8 modi migliori per risolvere Google Chrome si chiudono automaticamente sul desktop

Tra le altre seccature, la chiusura automatica di Google Chrome sul desktop è ancora più irritante. A volte Google Chrome non riesce a caricare le pagine web, cambia il motore di ricerca in Yahoo, mostra un errore di certificazione e si chiude improvvisamente. Se ti occupi spesso di questi ultimi, dovrai rimboccarti le maniche per sistemare la chiusura automatica di Google Chrome su Windows e Mac.

Potresti avere dozzine di schede aperte in Google Chrome e ciò può consumare molta memoria di sistema, beh, è ​​così che funziona Chrome. Chiudere automaticamente la navigazione sul desktop significa perdere il lavoro, i progressi e tutte le schede che avevi aperto. Prima di passare a un altro browser, utilizza i trucchi seguenti per risolvere il problema il prima possibile.

1. Controlla le estensioni del browser

Sebbene il Chrome Web Store sia composto da migliaia di estensioni, non tutte le estensioni sono ben mantenute. Alcuni sono obsoleti, corrotti e pieni di bug. Dovresti rivedere le estensioni installate in Google Chrome e controllare quelle non necessarie. Segui i passaggi seguenti.

Passo 1: Avvia Google Chrome sul desktop.

Passo 2: Fai clic sul menu kebab (tre punti) nell’angolo in alto a destra.

Passaggio 3: Espandi “Altri strumenti” e apri “Estensioni”.

Passaggio 4: Esamina un elenco di estensioni installate e seleziona “Rimuovi”.

Ripeti lo stesso per tutte le estensioni non correlate o sconosciute dall’elenco e prova a utilizzare Google Chrome. Se si chiude ancora automaticamente, segui per risolvere il problema.

2. Cancella la cache di Google Chrome danneggiata

Google Chrome raccoglie la cache per caricare rapidamente i siti visitati di frequente, ricordare il tuo nome utente, password e altri dettagli. Normalmente, non consigliamo di svuotare la cache di Google Chrome, ma a volte è necessario eseguire una pulizia per risolvere i problemi. Segui i passaggi seguenti.

Passo 1: Apri il menu con tre punti verticali in Google Chrome (fai riferimento ai passaggi precedenti).

Passo 2: Espandi Altri strumenti e apri “Cancella dati di navigazione”.

Passaggio 3: Passa alla scheda Avanzate.

Passaggio 4: Fai clic su “Cancella dati”.

Riavvia Google Chrome. All’inizio, le tue pagine web potrebbero caricarsi lentamente mentre il browser raccoglie nuova cache.

3. Usa il Task Manager di Google Chrome

Puoi utilizzare il Task Manager predefinito in Google Chrome per trovare schede affamate di risorse e chiuderle per evitare un utilizzo eccessivo della memoria. Tali schede possono portare alla chiusura automatica di Chrome sul desktop.

Passo 1: Avvia Google Chrome sul desktop e inizia a navigare come al solito.

Passo 2: Fai clic su Finestra nella barra dei menu su un Mac.

Passaggio 3: Apri Task Manager oppure puoi premere Maiusc+Esc in Windows.

Passaggio 4: Controlla l’utilizzo della memoria da ciascuna scheda e i processi in esecuzione in background. Se noti una scheda particolare che utilizza una RAM elevata, fai clic su di essa e premi il pulsante Termina processo.

4. Interrompi l’apertura di Google Chrome all’avvio

L’apertura di Google Chrome all’avvio su Windows e Mac può portare alla chiusura automatica del browser. Ecco come interrompere il comportamento.

finestre

Passo 1: Premi il tasto Windows + I per aprire Impostazioni su PC Windows.

Passo 2: Seleziona App dalla barra laterale di sinistra.

Passaggio 3: Fai clic su “App di avvio”.

Passaggio 4: Disabilita Google Chrome dal seguente menu.

Mac

Passo 1: Fai clic sull’icona Apple nell’angolo in alto a sinistra.

Passo 2: Apri Impostazioni di sistema (o Preferenze di Sistema in macOS Monterey e versioni precedenti).

Passaggio 3: Vai a Generale.

Passaggio 4: Seleziona “Elementi di accesso”.

Passaggio 5: Fare clic su Google Chrome dall’elenco e premere l’icona ‘-‘.

5. Ripristina Google Chrome

Se nessuno dei trucchi funziona per correggere la chiusura automatica di Chrome sul desktop, è ora di ripristinare le impostazioni predefinite di Google Chrome. Ecco come.

Passo 1: Apri il menu kebab in Chrome (fai riferimento ai passaggi precedenti) e seleziona Impostazioni.

Passo 2: Seleziona Ripristina impostazioni dalla barra laterale sinistra.

Passaggio 3: Seleziona “Ripristina le impostazioni ai valori predefiniti originali” e conferma lo stesso dalla seguente finestra di dialogo.

6. Aggiorna Google Chrome

Una vecchia build di Chrome potrebbe essere il colpevole del problema di chiusura automatica del browser. Mentre Google Chrome si aggiorna automaticamente in background, puoi utilizzare i passaggi seguenti per verificare e installare manualmente l’ultimo aggiornamento.

Passo 1: Apri il browser Google Chrome e fai clic sul menu a tre punti verticali nell’angolo in alto a destra per accedere alle Impostazioni (vedi i passaggi precedenti).

Passo 2: Seleziona “Informazioni su Chrome” dalla barra laterale sinistra.

Passaggio 3: Chrome inizierà a cercare nuove build.

7. Prova Google Chrome Beta

Prima di rilasciare al pubblico l’ultima build di Google Chrome, l’azienda la testa prima con i beta tester. Puoi installare l’ultima versione beta dal Web e accedere con i dettagli del tuo account Google per sincronizzare segnalibri, password, cronologia e altri dettagli.

Puoi andare su Google Chrome beta sul Web per installarlo sul tuo computer Windows o Mac.

8. Prova le alternative di Google Chrome

Google Chrome funziona su laptop con almeno 4 GB di RAM. Puoi provare altre alternative a Chromium, come Microsoft Edge, Opera e Brave.

Mantieni Google Chrome controllato

Quando sei in una chiamata Meet attiva, rivedi un documento di Google Documenti o riproduci in streaming il tuo programma TV preferito su Netflix, la chiusura imprevista di Chrome può lasciarti con l’amaro in bocca. Quale trucco ha funzionato per te? Condividi le tue scoperte nei commenti qui sotto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *