Coppa del Mondo 2022: quando l’Australia gioca con il Qatar, anteprima, notizie sulla squadra, quando, dove guardare

C’è stata una grande canzone e ballo su come l’Australia è entrata nella Coppa del Mondo.

Un cosiddetto ballo di Wiggles ha reso il portiere sostituto Andrew Redmayne un nemico pubblico in Perù, con le mani e le gambe mentre si prepara a fare gesti ai calci di rigore che sono diventati un meme mentre i footballoos conquistano uno degli ultimi posti in Qatar.

Con così tanta attenzione sulla routine dei playoff intercontinentali all’ultimo sangue di Redmayne, due elementi chiave di quella vittoria dopo uno 0-0 sono stati oscurati:

L’Australia si è assicurata un posto nell’evento principale del calcio per la quinta volta consecutiva, giocando l’80% delle partite di qualificazione fuori casa.

Le scarse leggi sui confini significano che i footballoos non hanno ospitato partite internazionali per più di due anni. E così 16 delle loro 20 qualificazioni sono in trasferta in una lunga campagna iniziata a settembre 2019 e terminata in Qatar a giugno con una vittoria per 2-1 sugli Emirati Arabi Uniti in una partita di playoff asiatica che ha dato loro una possibilità in Perù.

Gli australiani sono a proprio agio con le condizioni in Qatar, dove sono imbattuti in quattro gare di qualificazione per il 2022 e dove hanno vinto 10, sono arrivati ​​terzi e hanno perso due partite dal 2008.

I calciatori apriranno il Gruppo D contro la Francia, campione in carica della Coppa del Mondo, in una situazione familiare: l’Australia ha perso 2-1 contro la Francia nella partita di apertura del girone quattro anni fa in Russia. Gli australiani poi affronteranno la Tunisia prima di affrontare la Danimarca, un’altra rivale del girone nel 2018.

GUERRIERI DELLA STRADA

I giocatori della squadra australiana sono sparsi in campionati di quattro continenti, quindi i viaggi a lunga distanza per compiti di squadra nazionale sono una parte regolare dell’accordo.

Avere 13 partite di qualificazione in Medio Oriente questa volta, principalmente in Kuwait, riduce i tempi di viaggio per la maggior parte dei giocatori con sede in Europa e Asia e consente più tempo di qualità in campo.

Gli australiani hanno ottenuto 13 vittorie, di cui 11 di fila, e quattro pareggi in 20 partite di qualificazione. Una sconfitta in casa e fuori casa contro il Giappone nell’ultimo turno e una sconfitta per 1-0 contro l’Arabia Saudita a Jeddah sono costate all’Australia un posto automatico in Qatar, che l’ha costretta a perdere la rotta dei playoff.

L’AIUTO DI HIDDINK

Quattro anni dopo aver guidato la Corea del Sud verso una sorprendente corsa verso le semifinali della Coppa del Mondo in casa, Guus Hiddink ha aiutato l’Australia a raggiungere il secondo turno ai Mondiali del 2006 in Germania.

La Golden Generation australiana è avanzata dietro al Brasile dal girone con una vittoria per 3-1 sul Giappone e un pareggio con la Croazia, ma ha perso 1-0 contro i campioni d’Italia per un controverso tempo di recupero agli ottavi.

Rimane la migliore prestazione australiana in Coppa del Mondo. Nelle ultime due edizioni gli australiani non hanno vinto una partita. Hiddink è stato fin troppo felice di aiutare l’allenatore Graham Arnold, il suo assistente durante la Coppa del Mondo 2006, a organizzare la squadra in un campo a settembre prima di due amichevoli contro la Nuova Zelanda.

“Ho avuto la sensazione perché ha rianimato ciò che abbiamo fatto in quel momento”, ha detto Hiddink sulla drammatica qualificazione dell’Australia, dicendo che non gli dispiaceva la piccola quota.

TEMPO DI GIOCO

Ci sono state preoccupazioni locali per la mancanza di tempo di gioco per alcuni dei calciatori veterani, tra cui il capitano e portiere Mat Ryan a Copenaghen.

Due vittorie di riscaldamento contro la Nuova Zelanda a settembre hanno dato ad Arnold la possibilità di riportare i suoi veterani al campo per una di quelle partite e ha dato una possibilità ad alcuni dei talenti più giovani nell’altra.

Tra questi c’era il 18enne Garang Kuol, entrato come sostituto nella vittoria per 1-0 dell’Australia ad Auckland prima di iniziare una partita professionistica. Le sue apparizioni in panchina per una squadra su invito di A-League contro il Barcellona e un breve periodo per l’Australia hanno attirato molta attenzione.

L’ex calciatore Robbie Slater afferma che Kuol, nato in Egitto da genitori sudanesi e trasferitosi in Australia da bambino, ha il fattore X che renderà difficile per i selezionatori non sceglierlo per la Coppa del Mondo.

“Ogni volta che toccava la palla, faceva qualcosa”, ha detto Slater, ora analista dei media. “Il bambino è eccitante. Tutti possono vederlo. Tutti sussurrano”.

(con ingressi da AP)

Quando e dove gioca l’Australia nella Coppa del Mondo?

23 novembre – Francia-Australia – 00:30 – Stadio Al Janoub

26 novembre – Tunisia-Australia – 15:30 – Stadio Al Janoub

30 novembre – Australia vs Danimarca – 20:30 – Stadio Al Janoub

Dove posso guardare le partite australiane della Coppa del Mondo FIFA 2022?

La Coppa del Mondo FIFA sarà trasmessa in diretta televisiva su Sports18 e Sports18 HD in India.

Dove posso trasmettere in streaming le partite della Coppa del Mondo FIFA 2022 dell’Australia?

La Coppa del Mondo FIFA 2022 sarà trasmessa in diretta su VOOT Select e JioTV.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *