Questi sono i giocatori della Premier League più sottovalutati della stagione | Calcio

Perché questi giocatori dovrebbero formare la tua squadra di Fantasy Football (Immagine: Metro/Getty)

Sì, sì, sappiamo tutti delle glorie di Haaland, Kane, De Bruyne et al. Ma che dire delle gemme di basso profilo: i giocatori che mantengono la loro squadra in Premier League ogni settimana, con poca fanfara o adulazione dei media?

Stiamo parlando del ferocemente resiliente Jose Sa dei Wolves, dei centrocampisti adattabili e motivati ​​Ilkay Gundogan e Rodrigo Bentancur rispettivamente del Man City e degli Spurs e del favorito dai fan Jack Harrison al Leeds.

Potrebbero non catturare molti titoli, ma è una buona idea inserirli nella tua squadra di Fantasy Football se vuoi ottenere buoni punti durante la stagione.

Ecco i nostri undici di Premier League sottovalutati.

Jose Sa, Wolverhampton Wanderers

I lupi hanno segnato più gol del solito, ma non è per questo che sono penultimo in classifica: è meno di un gol ogni altra partita. La loro stella del Portogallo continua a brillare nonostante giochi con un polso rotto. “Ha solo un braccio”, hanno cantato i tifosi di un portiere che ha comunque giocato tutte le partite e ha parato due rigori.

Fabian Schar, Newcastle

Il difensore svizzero, che è costato 3 milioni di sterline dal Deportivo La Coruna nel 2018, avrebbe potuto essere una delle vittime dei miliardi sauditi, ma è invece cresciuto sotto la costante gestione di Eddie Howe, conducendo solo 100 presenze per i Magpies.

Circondato da volti nuovi come il portiere Nick Pope e i difensori Sven Botman, Dan Burn e Kieran Trippier, Schar è stato un modello di coerenza mentre salgono al quarto posto in Premier League.

Joel Matip, Liverpool

L’assenza può rendere i cuori più affezionati e questo è stato sicuramente il caso in cui il Liverpool ha fallito in assenza di Matip, perdendo persino una partita casalinga davanti ai tifosi per la prima volta dalla sconfitta del Leeds nel 2017 lo scorso fine settimana.

Virgil Van Dijk potrebbe ricevere la maggior parte dei plausi, ma Matip è stato un sostenitore difensivo da quando ha firmato dallo Schalke in libera nel 2016.

Ben White, Arsenale

LONDRA, INGHILTERRA - OTTOBRE 09: Ben White dell'Arsenal dopo la partita della Premier League tra Arsenal FC e Liverpool FC all'Emirates Stadium il 09 ottobre 2022 a Londra, Inghilterra.  (Photo by Stuart MacFarlane/Arsenal FC via Getty Images)

Potrebbe il Gunner fornire una risposta intrigante alla crescente crisi di Southgate come terzino destro (Immagine: Stuart MacFarlane/Arsenal FC via Getty)

Che sia stato il fatto che ha avuto un debutto da dimenticare al Brentford la scorsa stagione, una cifra di 50 milioni di sterline che molti pensavano fosse troppo alta o la sua ammissione di non essere un gran tifoso di calcio, i 25 anni non lo fanno sembrano notare. fuori Londra nord.

E nonostante la sua capacità di adattamento e l’amore di Gareth Southgate per scegliere i difensori, White potrebbe essere lasciato a guardare la Coppa del Mondo a casa, nonostante gli infortuni a Kyle Walker e Reece James insieme alle prestazioni delle sue stesse creazioni lo rendono una figura chiave per i leader della Premier League di Mikel Arteta.

Mateo Kovacic, Chelsea

Il croato ha subito un infortunio al ginocchio per tutta la stagione, ma è stato titolare regolare da quando Graham Potter è subentrato. Mentre altri possono distinguersi, Kovacic è l’ingranaggio che fa girare la ruota, raramente cedendo la palla. Il suo contratto scade nel 2024 ma anche se a quel punto avrà 30 anni, è improbabile che il Chelsea voglia separarsi da un giocatore per cui ha pagato al Real Madrid 40 milioni di sterline nel 2019.

Philip Billing, Bournemouth

Il danese ha lottato alla fine del regno di Scott Parker, un ruolo profondo che non ha saputo tirare fuori il meglio da una figura imponente capace di fare un drive per correre in area e colpire la palla in modo pulito.

Ma Billing ha goduto di una nuova vita in un ruolo più avanzato sotto la guida del capo custode Gary O’Neil, ottenendo tre gol nelle ultime cinque partite di imbattibilità da aggiungere agli 11 che ha ottenuto nella campagna in promozione la scorsa stagione.

Alexis McAllister, Brighton

Brighton & Hove Albion vs Leicester City - Premier League

Un superbo e motivato centrocampista della South Coast (Immagine: Ryan Pierse/Getty)

Il centrocampista argentino di origini scozzesi riesce a combinare alcune delle migliori qualità di quei due paesi: tenace nel contrasto e un giocatore che chiaramente ama essere sulla palla.

Il 23enne potrebbe non avere il conteggio dei gol che il Brighton sperava da quando ha firmato quasi tre anni fa, ma segnarne quattro finora in questa stagione suggerisce un miglioramento. Il numero 10 dei Seagulls non spera di togliere quella maglia a Lionel Messi ai Mondiali, ma sarebbe una sorpresa se non entrasse nella rosa dell’Argentina.

Rodrigo Bentancur, Tottenham

Il Tottenham è stato in svantaggio due volte questa settimana con il 25enne che ha aiutato il loro recupero. La sua influenza come sostituto a Bournemouth sabato è stata evidente quando ha distrutto una rimonta da 2-0 a vincere 3-2 con il suo vincitore dell’ultimo minuto.

Ma è stato anche una forza trainante nella vittoria infrasettimanale a Marsiglia, il suo continuo sondaggio ha aiutato una squadra disfunzionale nel primo tempo a produrre un risultato. È difficile però sostenere che Harry Kane sia più importante per Antonio Conte che per Bentancur in questo momento.

Ilkay Gundogan, Manchester City

Un’altra persona il cui valore è forse più evidente per un manager di livello mondiale che per il tifoso medio. Gundogan non è stato il più annunciato degli acquisti di Pep Guardiola, ma è stato il primo, la sua capacità di svolgere sia un ruolo di presa che di attacco rendeva il 32enne indispensabile.

Non c’è da stupirsi che Guardiola lo abbia descritto come una “gioia” da gestire. Ed è un uomo che si fa avanti quando è più necessario: il City non avrebbe vinto un quarto titolo in cinque anni ma per la sua doppietta cruciale quando ha combattuto per battere l’Aston Villa nell’ultima giornata della scorsa stagione.

Jack Harrison, Leeds

Crystal Palace - Leeds United - Premier League

Un’ala di classe che si è affermato come uno dei preferiti a Elland Road (Immagine: Craig Mercer/MB Media/Getty)

Un giocatore che non è mai arrivato al Manchester City è diventato un appuntamento fisso per il Leeds. Ha segnato ben 29 gol e 26 assist in quattro anni ed è stato una figura chiave per Marcelo Bielsa e Jesse Marsch. Secondo quanto riferito, il Newcastle ha avuto due offerte superiori a £ 20 milioni rifiutate in estate e puoi capire perché potrebbero far rivivere quell’interesse a gennaio.

Harvey Barnes, Leicester

Un altro uomo che sembrava un tiro da lontano per un posto nella squadra di Southgate, la sua unica presenza completa più di due anni fa, c’era meno clamore per il recupero di Barnes rispetto al suo compagno di squadra di Leicester, James Maddison. Ma Barnes è stato una figura chiave nella recente rinascita dei Foxes e il suo ritmo e la sua qualità nel possesso palla sono stati una manciata per i difensori.

ALTRO : Virgil van Dijk risponde alle critiche sull’altezza di Lisandro Martinez e valuta il suo inizio per il Manchester United

DI PIÙ: L’Arsenal ha bisogno di “un altro livello” di giocatore nella finestra di mercato di gennaio dopo un buon inizio in Premier League, afferma Mikel Arteta

Metro Pickem

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *