Mondiali 2022: il Qatar ha poco entusiasmo per i propri campionati nazionali

In bocca al lupo a chiunque tra i 2,8 milioni di abitanti del Qatar cerchi di evitare che la Coppa del Mondo si tenga nel proprio paese questo mese.

I ricordi che il mondo del calcio sta per visitare possono essere visti ad ogni angolo, specialmente nella capitale Doha, dove si giocherà la maggior parte delle partite e la maggior parte delle squadre e dei tifosi ha sede.

Enormi striscioni di superstar come Harry Kane, Virgil van Dijk e Neymar adornano i grattacieli, ogni camera d’albergo si rivolge a ospiti legati al calcio e non sei mai a più di poche miglia da uno stadio.

Enormi striscioni con stelle come il brasiliano Neymar adornano i grattacieli di Doha mentre il Qatar si prepara a ospitare la Coppa del Mondo alla fine di questo mese

L'inglese Harry Kane e l'olandese Virgil van Dijk guardano le torri nel centro di Doha

L’inglese Harry Kane e l’olandese Virgil van Dijk guardano le torri nel centro di Doha

Al via il conto alla rovescia finale mentre il Qatar si prepara ad accogliere il mondo del calcio

Al via il conto alla rovescia finale mentre il Qatar si prepara ad accogliere il mondo del calcio

Ma l’entusiasmo mostrato dai tifosi ospiti delle 32 nazioni che gareggiano ai Mondiali non va confuso con la passione locale per il gioco.

La scena calcistica nazionale del Qatar è relativamente modesta con partite ai vertici della classifica della Stars League del paese a cui partecipano diverse migliaia di tifosi.

Anche la presenza dell’icona della Spagna e del Barcellona Xavi, che ha giocato e poi allenato la squadra di maggior successo del Paese, l’Al Sadd, non ha creato un’esplosione di interesse.

Mentre c’è un amore tra alcuni qatarioti per i campionati più importanti del mondo in Inghilterra, Spagna e altrove, con le partite ampiamente trasmesse su BeIN Sports, questo non si estende alle partite locali.

quando di posta sportiva Ian Herbert ha assistito a una partita della massima serie della Stars League tra Al Sadd e Al-Duhail l’anno scorso, con solo 3.000 spettatori stipati in uno stadio che avrebbe potuto contenere di più.

Più sorprendentemente, c’è una sorta di separazione tra i qatarini locali e i lavoratori immigrati che vengono a sostenere i giocatori dei loro paesi coinvolti nella partita.

Il contingente più accanito dei fan di Al Sadd sono i migranti africani che sono venuti a vedere il nazionale del Ghana Andre Ayew.

Uno stadio scarsamente popolato ha assistito alla partita tra Al Sadd e Al-Duhail l'anno scorso

Uno stadio scarsamente popolato ha assistito alla partita tra Al Sadd e Al-Duhail l’anno scorso

Una folla enorme ha assistito a una partita della Stars League tra Al Wakrah e Al Sadd a gennaio

Una folla enorme ha assistito a una partita della Stars League tra Al Wakrah e Al Sadd a gennaio

Alcuni cercano di creare un'atmosfera durante le partite, come questi tifosi del Qatar SC

Alcuni cercano di creare un’atmosfera durante le partite, come questi tifosi del Qatar SC

Una partita della Stars League all'Al Thumama Stadium è stata giocata davanti a una folla enorme

Una partita della Stars League all’Al Thumama Stadium è stata giocata davanti a una folla enorme

Questo gruppo ha creato tutto il colore e l’atmosfera mentre i qatarioti ben vestiti, per lo più uomini, sedevano fianco a fianco prendendo tranquillamente l’azione.

Un fan di Al Sadd, ha detto il 24enne Saoud Posta sportiva: ‘Vero, quel gruppo ha fatto rumore ma vedi, non è per noi. Siamo calmi. Semplicemente non siamo così. Non siamo Ultras naturali.’

Senza dubbio riflette la natura conservatrice di un paese la cui situazione dei diritti umani e il trattamento di quei lavoratori che costruiscono i loro stadi e infrastrutture meriteranno un riesame nelle prossime settimane.

Suggerisce anche che quei locali abbastanza fortunati da avere i biglietti per le partite della Coppa del Mondo, in particolare quelle che coinvolgono la nazione ospitante, non avranno molta atmosfera.

Ciò sarà lasciato alle orde in visita da tutto il mondo, che senza dubbio si riveleranno una novità anche se i cittadini del Qatar sono abituati a essere in inferiorità numerica rispetto agli stranieri.

Il censimento del 2017 ha rilevato che l’88% della popolazione del paese sono espatriati con la maggioranza proveniente dal subcontinente asiatico, che lavora nella maggior parte dei casi su massicci progetti di costruzione della Coppa del Mondo.

Il calcio è stato giocato nello stato del Golfo dagli anni '40, quando i lavoratori petroliferi lo hanno introdotto

Il calcio è stato giocato nello stato del Golfo dagli anni ’40, quando i lavoratori petroliferi lo hanno introdotto

I fan in vestaglia guardano la finale della Coppa Emir tra Al Sadd e Al Rayyan l'anno scorso

I fan in vestaglia guardano la finale della Coppa Emir tra Al Sadd e Al Rayyan l’anno scorso

Coloro che cercavano di fare fortuna con il boom petrolifero del Golfo del dopoguerra hanno introdotto il calcio in Qatar negli anni ’40 e i primi campionati e tornei tenuti negli anni ’50 sono stati organizzati dalle compagnie petrolifere.

La Qatar Football Association è stata fondata nel 1960 e la prima Qatar League è stata creata nel 1972-73.

Nel 2009, prima che il Qatar fosse sorprendentemente votato come l’ospite della Coppa del Mondo 2022, la massima serie è diventata la Stars League nel mezzo di uno sforzo concertato per attirare nomi famosi nel crepuscolo della loro carriera a giocare lì.

Ogni club ha ricevuto 10 milioni di dollari dalla FA nazionale per fare questo e il richiamo di una bella spinta finanziaria ha visto Pep Guardiola schierarsi per Al-Ahli, Romario (molto facilmente) giocare per Al Sadd e Gabriel Batistuta ha terminato la sua carriera da giocatore ad Al -Arabo.

Xavi è durato più a lungo della maggior parte degli altri. Ha giocato quattro stagioni per Al Sadd, collezionando 117 presenze verso la fine degli anni ’30, prima di iniziare la sua carriera di allenatore lì.

Gabriel Batistuta, Pep Guardiola e Claudio Caniggia hanno giocato tutti nel campionato del Qatar

Gabriel Batistuta, Pep Guardiola e Claudio Caniggia hanno giocato tutti nel campionato del Qatar

Guardiola ha giocato per Al-Ahli negli anni del crepuscolo della sua carriera tra il 2003 e il 2005

Guardiola ha giocato per Al-Ahli negli anni del crepuscolo della sua carriera tra il 2003 e il 2005

La sua ultima partita in carica è stata il suddetto pareggio per 3-3 con l’Al-Duhail nel novembre 2021, prima di tornare a casa per allenare il Barcellona.

Xavi ha vinto uno scudetto e una Emir of Qatar Cup (la principale competizione a eliminazione diretta) come giocatore e un campionato e due coppe come allenatore.

L’ex centrocampista è anche coinvolto in iniziative promozionali in vista dei Mondiali e, forse non sorprende, dopotutto non si sente molto parlare del Paese.

‘È vero che non c’è democrazia in Qatar, ma la gente è felice. Sono contenti della famiglia reale, scattano le foto in macchina’, ha detto al giornale spagnolo Avanguardia nel 2017.

In un’altra intervista due anni dopo, Xavi ha suggerito che il modello “non democratico” del Qatar funzionava meglio di quello spagnolo mentre il suo paese d’origine si preparava per le elezioni generali.

Xavi non solo ha terminato la sua carriera da giocatore all'Al Sadd, ma poi è diventato il loro allenatore

Xavi non solo ha terminato la sua carriera da giocatore all’Al Sadd, ma poi è diventato il loro allenatore

L'attuale allenatore del Barcellona ha ottenuto un grande successo, vincendo scudetti e coppe

L’attuale allenatore del Barcellona ha ottenuto un grande successo, vincendo scudetti e coppe

Al Sadd, che gioca allo stadio Jassim bin Hamad da 12.946 posti, potrebbe essere considerato l’equivalente del Qatar del Manchester United o del Liverpool.

Hanno vinto 16 scudetti, il doppio di chiunque altro. Ciò include tre degli ultimi quattro. Inoltre, Al Sadd è l’unica squadra del Qatar a vincere la Champions League asiatica – nel 1989 e nel 2011.

Al-Rayyan ha otto scudetti al proprio attivo, mentre Al-Arabi, Al-Gharafa e Al-Duhail ne hanno sette ciascuno.

La Stars League a 12 squadre si sta prendendo una lunga pausa per la Coppa del Mondo e ha interrotto solo sette partite a settembre con Al-Arabi un punto sopra. Andrà avanti il ​​22 dicembre.

L'ex centrocampista dell'Arsenal Santi Cazorla attualmente gioca per Al-Sadd nel campionato del Qatar

L’ex centrocampista dell’Arsenal Santi Cazorla attualmente gioca per Al-Sadd nel campionato del Qatar

I bambini locali sventolano bandiere del Qatar mentre guardano la squadra nazionale allenarsi in vista della Coppa del Mondo

I bambini locali sventolano bandiere del Qatar mentre guardano la squadra nazionale allenarsi in vista della Coppa del Mondo

I club possono iscrivere quanti giocatori stranieri desiderano, ma solo cinque possono essere inseriti in una rosa di giornata.

I nomi che potresti riconoscere attualmente in gioco includono l’ex centrocampista dell’Arsenal Santi Cazorla, l’ex Blackburn e l’uomo dello Stoke Steven Nzonzi e Ayew, ex Swansea e West Ham.

Con la capacità minima delle otto sedi della Coppa del Mondo di 40.000 e i posti vuoti che predominano, coloro che gestiscono la Stars League sono più che fiduciosi che la nazione del Qatar si innamori presto del calcio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *