I chip Arm saranno comuni nei PC Windows entro il 2024

I processori basati su ARM saranno ampiamente disponibili per alimentare i PC Windows entro il 2024, prevede Cristiano Amon, CEO di Qualcomm, citando le innovazioni che la sua azienda ha apportato aggiungendo funzionalità AI avanzate al silicio Snapdragon. Parlando all’ultima chiamata sugli utili di Qualcomm all’inizio di oggi, Amon non ha menzionato la causa Arm sulla licenza della sua IP che ha messo i due partner di lunga data ai ferri corti.

Qualcomm sta basando i suoi processori sull’architettura progettata da Arm e spera di averlo in più dispositivi Windows a partire dal 2024. (Foto: Ralf Liebhold/Shutterstock)

“Ci aspettiamo di vedere un punto di svolta in Windows sui PC Snapdragon nel 2024”, ha detto in una chiamata con gli analisti, aggiungendo che ciò è dovuto a un “numero significativo di vittorie di progettazione fino ad oggi” quando si tratta di utilizzare Snapdragon in Windows- PC basati.

A differenza di Apple, che utilizza i propri processori basati su Arm per alimentare i propri computer Macbook, i chip Arm non sono ancora ampiamente utilizzati dai fornitori di Windows, che in genere utilizzano il silicio in esecuzione sull’architettura x86 di Intel, ma le cose stanno iniziando a cambiare.

I chip basati su Arm di Qualcomm sono comunemente usati nei dispositivi mobili, ma all’inizio di quest’anno Lenovo ha realizzato il suo primo ThinkPad alimentato da un chip Snapdragon con Windows. Il Lenovo X13 è dotato di un chip Snapdragon 8cx Gen 3, che si pensa sia la prima volta che un processore Qualcomm viene utilizzato in un laptop Windows commerciale.

Amon non ha elaborato piani per macchine Arm basate su Windows, né ha fornito alcuna indicazione su eventuali fornitori che volessero offrirlo come prodotto, solo che sarà più diffuso dal 2024.

Guadagni Qualcomm: un 2023 impegnativo in vista

Gran parte della richiesta di utili, che è arrivata dopo che la società ha registrato un fatturato del secondo trimestre di 11,39 miliardi di dollari, si è concentrata su come Qualcomm prevede di affrontare un previsto difficile 2023, inclusi il blocco delle assunzioni e tagli in alcune aree dell’attività per ridurre i costi operativi.

Il CFO Akash Palkhiwala ha affermato che le difficili condizioni del commercio globale, così come il blocco in corso in Cina a causa del Covid-19, contribuiranno al previsto rallentamento delle vendite il prossimo anno, che sarà ulteriormente esacerbato dalle scorte di silicio che consentono ai produttori di dispositivi di fare affidamento sul arretrato invece di acquistare nuovi chip.

Parte del successo di quest’anno deriva dal passaggio di Apple a più modem Qualcomm 5G per i suoi iPhone, da circa il 20% dei dispositivi alla “maggioranza”, secondo Amon.

Contenuti dai nostri partner
In che modo la nuova strategia digitale della Germania aumenterà i produttori

Come le aziende collegano la strategia dei dati al valore aziendale

Promozione della trasformazione digitale per i provider SaaS

Altre aree chiave di crescita per il gigante dei chip sono i dispositivi e l’automazione dell’Internet delle cose, con la tecnologia AI che guida i suoi processori Snapdragon.

“Stiamo guidando la trasformazione dei settori e la crescita dell’economia digitale consentendo miliardi di dispositivi intelligenti connessi all’edge, utilizzando la nostra One Technology Roadmap con connettività wireless all’avanguardia, elaborazione ad alte prestazioni e bassa potenza e intelligenza artificiale sul dispositivo, “Amon ha detto agli investitori.

“Sebbene il settore dei semiconduttori sia influenzato da significativi venti contrari macroeconomici e altre sfide a breve termine da cui non siamo immuni, i fondamentali dei driver di crescita di Qualcomm rimangono invariati con opportunità significative nei prossimi anni”.

I ricavi trimestrali sono stati in gran parte guidati dal settore dei chipset e delle licenze, nonché dalle prestazioni record nei telefoni, nel settore automobilistico e nell’IoT.

Ha avvertito che sono preparati per un 2023 difficile e che sono pronti a gestire le spese operative se la flessione sarà peggiore del previsto, ma non ha approfondito i dettagli, spiegando che “siamo sulla buona strada per attuare la nostra strategia di crescita e tutte le basi restano al loro posto”.

Le preoccupazioni sul caso Arm Qualcomm persistono

Amon non ha discusso il potenziale impatto della causa intentata da Arm contro il produttore di chip per impedirgli di costruire processori Arm personalizzati utilizzando i progetti ottenuti attraverso l’acquisizione di Nuvia da 1,4 miliardi di dollari nel 2021. Arm afferma che Qualcomm ha violato un accordo di licenza acquistando Nuvia e vuole distruggere i suoi progetti. Questo sarebbe un duro colpo per le ambizioni di Qualcomm di portare i processori basati su Arm nel mercato Windows.

Nuvia costruisce i propri progetti di processori personalizzati ad alte prestazioni sull’architettura Arm, il che significa che ha termini di licenza Arm diversi rispetto a Qualcomm, che implementa progetti Arm standard sui suoi chipset invece di creare chip personalizzati.

Arm ha affermato che Qualcomm non ha ottenuto il diritto di utilizzare le licenze personalizzate quando ha acquistato Nuvia perché le licenze erano scadute al momento dell’acquisto. La vendita, ha affermato Arm nel suo deposito del Delaware, ha indotto Nuvia a violare le sue licenze, richiedendo a Qualcomm e Nuvia di smettere di usarle e distruggere qualsiasi tecnologia basata su Arm sviluppata con quella licenza.

Per saperne di più: Google Cloud si rivolge ad Arm per i chip del data center

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *