Gli sviluppatori di Bitcoin Core sono stati accusati di costringere le transazioni a essere scambiate a pagamento

Il CEO di Synonym John Carvalho ha accusato un certo numero di sviluppatori di Bitcoin Core di cercare di costringere Bitcoin ad accettare transazioni di sostituzione con commissione (RBF) per impostazione predefinita. La loro proposta cambierebbe i protocolli principali di Bitcoin invece di consentire agli utenti di decidere se utilizzare RBF o transazioni a conferma zero (0conf) a livello di superficie.

Carvalho ha affermato che gli sviluppatori hanno utilizzato tattiche come:

  • Diffondere bugie e tattiche di lobbying sulla mailing list Bitcoin-Dev,
  • l’introduzione di modifiche al codice del nodo di Bitcoin Core e
  • corrompendo i minatori per sostenere la RBF.

Le transazioni RBF possono sostituire il protocollo di transazione 0conf utilizzato dalla maggior parte dei commercianti. Carvalho ha affermato che Synonym sostiene gli sforzi per rendere le transazioni 0conf più resistenti agli attacchi a doppia spesa e ha accusato gli sviluppatori che apprezzano RBF di cercare di proteggere progetti di nicchia con casi d’uso limitati.

Le transazioni 0conf sono anche chiamate “transazioni non confermate” o “transazioni proposte” e, per definizione, non è incluso in nessun blocco sulla blockchain di Bitcoin.

In che modo le transazioni RBF differiscono dalle transazioni 0conf?

La sostituzione con commissione può velocizzare la conferma di una transazione sostituendo una transazione non confermata con una transazione a tariffa bassa che include una commissione più elevata. Questo tipo di transazione funziona solo quando il miner non ha selezionato una transazione a basso costo da includere in un blocco. Una commissione più alta rende più probabile che un minatore scelga la transazione.

Le transazioni RBF hanno un difetto. I mittenti possono sostituire una transazione non confermata con una con una commissione più alta e anche modificare l’indirizzo a cui va la transazione. Il difetto fa questo è possibile che i mittenti di un pagamento crittografico frodano i commercianti inviando fondi a un indirizzo diverso il mittente controlla dopo che il commerciante ha consegnato il proprio acquisto.

Le transazioni senza conferma consentono di spendere risorse digitali senza attendere 10 minuti prima che una transazione inizi a confermare. Un mittente può trasmettere una transazione e fare affidamento sul commerciante che riceve fondi se sembra valida a prima vista. I commercianti preferiscono le transazioni 0conf perché possono fare affari con la stessa rapidità con cui il consumatore striscia una carta di debito.

Il creatore di Bitcoin Satoshi Nakamoto sembrava anticipare le transazioni a 0conf nel 2010 quando ha postulato una “Bitcoin Snack Machine”, un distributore automatico in grado di accettare transazioni in 10 secondi o meno utilizzando “un’analisi adeguata”.

Da allora, le transazioni 0conf hanno ha visto l’uso in processori di pagamento come BitPayche ha contribuito a diffonderne l’uso tra i mercanti.

I membri della comunità Bitcoin hanno affermato che i mittenti possono ancora sostituire le transazioni 0conf prima che un minatore le aggiunga a un blocco. I tentativi di risolvere i problemi con le transazioni 0conf includono una proposta per aggiungere un protocollo Zero Confirmation Forfeit che i commercianti possono utilizzare per prevenire i furti. Le transazioni con forfait di conferma zero avrebbero richiesto il deposito di fondi che sarebbero andati persi se il mittente avesse tentato di spendere due volte i fondi nella transazione originale.

Carvalho discusso che la decisione di utilizzare le transazioni RBF o 0conf dovrebbe essere lasciata a un livello superficiale. Fine gli utenti idealmente prenderanno la decisione finale piuttosto che gli sviluppatori Core che lo forzano su di loro. Gli sviluppatori di wallet come Synonym possono aggiungere opzioni per le transazioni RBF e/o 0conf.

Per saperne di più: questo aggiornamento di Bitcoin Core proteggerà tutti gli operatori di nodi dagli hack

In un post pubblicato su GitHub all’inizio di oggi, Carvalho ha dichiarato: “Se ho capito bene, il meta argomento qui sembra essere un modello per preferenza/cura/censura di mempool txns, quali modelli fornire e quale sarà l’impostazione predefinita.

“Lo scambio è solo un’opzione che un nodo potrebbe preferire… Sta al singolo nodo decidere.

“Non dovremmo iniettare un pregiudizio per alcuna preferenza particolare come impostazione predefinita, ma probabilmente dobbiamo iniziare con una sorta di politica, quindi dovrebbe essere impostata nell’attuale consenso sullo status quo, non in una nuova agenda per essere un predefinito il tipo RBF.

“Tutto questo per non parlare delle molte cose che posso dire che sono fantastiche sul fatto che i commercianti possano aderire a 0conf, e i rischi attualmente sono molto gestibili e l’esposizione è facilmente limitata per fornire un grande valore a commercianti e consumatori. .

“Possiamo avere RBF e 0conf insieme, beh, abbiamo! Quindi siamo premurosi e affrontiamo il design generale con saggezza e senza essere passivi aggressivi o giudicanti per gli utenti che vanno contro l’attuale consenso. Grazie!”

Nel frattempo, mentre tutto questo sta accadendo, alcuni nella comunità Bitcoin si chiedono se tutto questo fa parte di qualche piano per interrompere il recente bug LND sulla rete Lightning.

Protos ha contattato Carvalho per un commento ma al momento della pubblicazione non era stata ricevuta alcuna risposta.

Per ulteriori informazioni, seguici su Twitter e Google News o ascolta il nostro curioso podcast Innovato: Blockchain City.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *